Chi è il Buyer Persona?

Il buyer persona (al plurale buyer personas) è il nostro cliente ideale, le cui caratteristiche in quanto a stile di vita, abitudini di consumo, aspirazioni, necessità, vengono ricavate dal profilo di uno o di un gruppo di clienti reali.

Come creare il buyer persona?

Quello della creazione di un buyer persona è un esercizio semplice di pura immaginazione basata su dati a nostra disposizione. Si può dividere la descrizione di un buyer persona in 3 parti:

  1. informazioni anagrafiche,
  2. caratteristiche personali,
  3. aspirazioni.

Un esempio di buyer persona

buyer personaFederico, 40 anni
Sposato con due figli;
Laureato in giurisprudenza;
È cresciuto in un paesino fuori dalla città; Ha in gestione il pub di famiglia;
Reddito medio/alto;
È una persona abitudinaria ma lavora spesso fino a tardi;
Ama avere tempo libero nei weekend per dedicarsi alla famiglia, ma il suo lavoro non glielo permette;
Vorrebbe guadagnare di più in modo da lasciare un responsabile al locale e avere più tempo per dedicarsi ai suoi figli e agli hobby.
Avere chiaro in mente chi è il nostro miglior cliente può farci focalizzare sui suoi bisogni e sui suoi punti di sensibilità.

Un altro esempio di buyer persona:

buyer personaChiara, 35 anni
Single con un figlio;
Cuoca;
Cresciuta in città;
Ha aperto un suo piccolo ristorante;
Reddito medio;
È una persona creativa ma non riesce a pubblicizzarsi;
Ama il suo lavoro e cucinare ;
Vorrebbe farsi conoscere e aumentare le proprie vendite, dando un valore aggiunto al suo ristorante organizzando eventi di gusto e aperitivi per i giovani.
Facciamo un paio di esempi pratici per capire qual è la connessione tra buyer personas e campagna pubblicitaria. Supponiamo di voler vendere un prodotto al primo buyer persona. I suoi punti di sensibilità sono certamente moglie, figli, guadagno extra, migliore gestione del tempo; mentre per Chiara sono la considerazione di se, la cucina, la socialità. A questo punto diventa tutto più chiaro e trovare dei messaggi pubblicitari per catturare e coinvolgere queste persone è solo una questione di creatività.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *